In che modo l'Unesco sceglie il patrimonio dell'umanità?

In che modo l'Unesco sceglie il patrimonio dell'umanità?

Ad un certo punto abbiamo tutti letto o sentito che un certo sito è stato dichiarato dall'UNESCO "Patrimonio Mondiale", ma a cosa si basa questa organizzazione per effettuare queste selezioni? L'Unesco ha una serie di criteri molto rigidi per basare le sue decisioni. Ti invitiamo a scoprirli.

Quando è venuto l'Unesco?

Il 16 novembre 1945 fu fondata l'Unesco, acronimi dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura. Fin dall'inizio, il suo obiettivo era di contribuire alla sicurezza e alla pace in tutto il mondo attraverso l'educazione, la cultura, la scienza e le comunicazioni.

Le radici dell'Unesco risalgono alla fine della Seconda Guerra Mondiale, quando i paesi alleati iniziano a strutturare il modo di ripristinare il sistema educativo dopo la fine della guerra. Dei quarantaquattro paesi che si incontrano, trentasette decidono di fondare l'Unesco.

Tempio di Era, Grecia – canadastock

Unesco cerca di promuovere lo sviluppo dei popoli attraverso la preservazione delle loro risorse naturali e dei valori culturali. Attraverso attività culturali la creatività è stimolata, così come la conservazione degli spazi naturali e storici. In questo modo, la pace e la sicurezza della gente sono incoraggiate.

"La conservazione è uno stato di armonia tra uomo e terra".

-Aldo Leopold-

Su quali criteri l'Unesco si basa sulla designazione di beni protetti?

Fino alla fine del 2004 c'era un gruppo di quattro criteri nell'ambiente naturale e sei criteri in campo culturale. Tuttavia, nel 2005 questi dieci criteri sono stati unificati in un unico gruppo, in cui i primi sei sono legati al patrimonio culturale e gli altri quattro sono naturali.

Petra, Giordania – Pocholo Calapre

Affinché un determinato luogo sia incluso in questa prestigiosa lista, deve avere un "eccezionale valore universale", quindi deve rispettare almeno uno dei seguenti criteri di selezione definiti dall'Unesco in "Patrimonio mondiale: i criteri di selezione":

Criteri culturali

1. Rappresenta un capolavoro del genio creativo umano.

2. Porta testimonianza di un importante scambio di valori umani in un periodo di tempo o all'interno di un'area culturale del mondo, nello sviluppo di architettura, tecnologia, arti monumentali, pianificazione urbana o progettazione del paesaggio.

3. Fornire una testimonianza unica, o almeno eccezionale, di una tradizione culturale o di una civiltà esistente o già scomparsa.

Machu Picchu, Perù – Byelikova Oksana

4. Offri un esempio eminente di un tipo di edificio, architettonico, tecnologico o di paesaggio, che illustra uno stadio significativo della storia umana.

5. Sii un esempio eminente di una tradizione di insediamento umano, uso del mare o della terra, che è rappresentativo di una cultura (o culture), o dell'interazione umana con l'ambiente, specialmente quando diventa vulnerabile all'impatto di cambiamenti irreversibili.

Isola di Pasqua, Cile – Anton_Ivanov

6. Essere direttamente o tangibilmente associati a eventi o tradizioni viventi, con idee o credenze, con opere artistiche e letterarie di eccezionale significato universale.

Criteri naturali

7. Contengono fenomeni naturali superlativi o aree di eccezionale bellezza naturale e importanza estetica.

8. Sii un esempio rappresentativo di tappe importanti della storia della terra, incluse testimonianze di vita, processi geologici che creano forme geologiche o caratteristiche geomorfiche o fisiografiche significative.

9. Sii uno degli eminenti esempi di processi ecologici e biologico nel corso dell'evoluzione degli ecosistemi.

Salto del Ángel, Venezuela – Alice Nerr

10. Contiene gli habitat naturali più rappresentativi e più importanti per la conservazione della biodiversità, compresi quelli che contengono specie minacciate di eccezionale valore universale dal punto di vista della scienza e del conservazionismo.

Alcune statistiche dell'Unesco

Secondo le statistiche più recenti, L'Unesco ha dichiarato 1.031 siti in tutto il mondo come sito del patrimonio mondiale. Di questi, 802 sono di natura culturale, 197 sono naturali e 31 sono misti.

Piramidi d'Egitto – Volodymyr Martyniuk

Alcuni di questi siti sono stati inseriti nella categoria "Patrimonio mondiale in pericolo". La maggior parte si trova in Siria e nella Repubblica Democratica del Congo.

il paesi che hanno più siti dichiarati come siti del patrimonio mondiale Sono: Italia, Cina, Spagna, Francia, Germania, Messico e India.

Affinché una particolare area naturale o culturale sia inclusa come sito del patrimonio mondiale, deve rispettare almeno un criterio Unesco. Inoltre, il candidato deve presentare un progetto dettagliato che spieghi i motivi per cui aspira a farlo. Conoscevi i precetti su cui l'Unesco basa la sua design sull'eredità dell'umanità?

COSA VUOLE L'UNESCO

Like this post? Please share to your friends:
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: